Marvel’s Guardians of the Galaxy: The Telltale Series, Episode 5 – Recensione

0

Torna l’appuntamento mensile con la serie Telltale riguardante i Guardiani della Galassia, arrivati al quinto ed ultimo episodio ed in particolare quello il finale di stagione con un occhio di riguardo verso Groot nella trama. Noi lo abbiamo concluso e questa è la nostra recensione.

Trama ( ATTENZIONE SPOILER)

 La fine del quarto episodio aveva lasciato i guardiani della galassia in modo non molto buono a causa di una divisione della squadra che Peter Quill aveva causato in alcuni modi e l’unico compagno rimasto a sua disposizione non è era che Rocket. Mentre si trovano in un Bar arriva un personaggio inaspettato che riporta le speranze in Quill nel poter ricomporre la squadra. A questo punto il leader dei guardiani chiede aiuto a Mantis, che con i suoi poteri cerca i membri della squadra e con alcune sorprese riesce a trovarli. In questo ultimo episodio abbiamo anche avuto a che fare con la conoscenza di tutti e 5 i guardiani della galassia e di come sono entrati in contatto tra di loro,  tramite le memorie di Groot che sin da subito si è trovato in sintonia con Quill. Infine, l’introduzione della mascotte nel quarto episodio, non porta a nulla nel quinto, dato che di punto in bianco, scompare dai radar facendo perdere le sue tracce per sempre.

Gameplay

 Il gameplay rimane lo stesso, con molte fasi di dialoghi, più o meno divertenti in base al personaggio che parla e dalla situazione, fasi di gameplay nelle quali dovremo controllare un personaggio e fargli fare determinate azioni e l’immancabile QTE. In questo episodio abbiamo trovato si, dei dialoghi molto familiari alla serie, anche molti di essi molto seri, che hanno portato i nostri eroi a discutere di cose molto importanti, riguardanti il loro futuro e quello della galassia. Le ambientazioni che abbiamo visitato non sono state molte, ma interessanti dal punto di vista del gameplay, come vagare nella memoria di Star-lord per trovare i suoi amici, ricorrere all’uso degli scarpini di Quill e cosi via. Nel complesso ci siamo sentiti soddisfatti dall’uso che abbiamo fatto in modo più o meno lungo di tutte le feature che propone la serie. Non dimentichiamo che il titolo è sorretto da un comparto grafico molto cartoonesco ma ben dettagliato, che su PS4 gira decisamente bene, anche se con qualche scatto improvviso durante i momenti di transizione. Il doppiaggio è sempre il solito, con attori che impersonificano alla perfezione ogni protagonista del gioco, senza discutere delle musiche anni 80 che hanno caratterizzato i film e non solo. Purtroppo la difficoltà risulta essere sempre medio/bassa, con puzzle molto semplici da risolvere ed una durata di questo episodio sulle 2 ore circa. Con questo quinto episodio arriviamo a ricevere tutti i trofei, dato che sono solo della storia e non comportano la ricerca di altro. Un platino semplice insomma.

In conclusione

Il quinto episodio della serie risulta essere il secondo episodio più interessante, dopo il quarto che ci aveva letteralmente sconvolti, con scelte che davvero cambieranno il corso della storia e che andranno a cambiare radicalmente il futuro dei nostri eroi. Il finale risulta però molto veloce ed inconcludente, portandoci a pensare che probabilmente avremo una seconda stagione nel corso dei prossimi mesi. Staremo a vedere.

Lascia un commento

Commenta
Nome*
Mail*
Sito web:*