Yakuza 6: The Song Of Life – Recensione

0

Il franchise di Yakuza è una miscela bizzarra di simulazione di vita media e dramma criminale di lotta eccessivamente virile. Il mix non dovrebbe funzionare, ma lo fa. In qualche modo, riesce costantemente a creare un gioco in cui giocare a baseball o cantare con il karaoke è coinvolgente come entrare in una scazzottata drammatica con un signore del crimine o una tigre letterale. Yakuza 6: The Song of Life è l’ultimo gioco della serie e annunciato come il canto del cigno per il protagonista della serie storica, Kazuma Kiryu. Per quanto riguarda le canzoni dei cigni, è una buona idea, ma lascia qualche cosa a desiderare in alcune aree. Scopriamolo insieme.

Trama

 Yakuza 6 si apre pochi istanti dopo la fine di Yakuza 5 .Il leggendario ex-yakuza Kazuma Kiryu è stato gravemente ferito alla fine della partita precedente. La sua figlia adottiva Haruka ha anche buttato via la sua carriera di cantante emergente per rimanere con suo padre. Sfortunatamente, le azioni di Kiryu hanno conseguenze, ed è costretto a trascorrere tre anni in prigione per togliere il calore alla sua famiglia. Quando lascia la prigione, scopre che il mondo è cambiato mentre era dentro. Haruka è in coma e ha lasciato alle spalle un neonato per Kiryu di cui occuparsi. Non appena Kiryu si stabilisce in una vita normale, la politica della yakuza cerca di richiamarlo. In poco tempo, Kiryu è costretto a tornare nel mondo violento del crimine organizzato per proteggere la sua famiglia e scoprire la verità su quello che è successo durante la sua assenza. Da solo, Yakuza 6 ha una storia davvero avvincente ed è molto più terra terra rispetto agli altri recenti giochi di Yakuza . La storia è a volte ridicola, ma in fondo, è una storia su Kiryu e la sua famiglia, e in qualche modo il franchising fa davvero funzionare. Alcuni dei momenti più coinvolgenti ed emotivamente guidati non coinvolgono il virile maniaco di Kiryu contro le avversità impossibili, ma piuttosto lui che si prende cura di un bambino o che ha a che fare con il suo desiderio di avere una vita normale con la sua famiglia. Quei momenti virili si succedono, e le qualità eccessive del franchising e grande umorismo sono ancora una parte del gioco. È solo che sono mitigati da un climax sorprendentemente emotivo per le avventure selvagge di Kiryu. L’unica cosa che potrebbe essere deludente per i fan di Yakuza è che il gioco attenua la sua connessione con i precedenti titoli della serie. Il focus è su Kiryu, e molti personaggi iconici sono ridotti a camei glorificati, arrestati fuori dallo schermo, o comunque impostati per avere un impatto minimo sulla storia dominante. Non è giusto dire che Yakuza 6 è autonomo, ma si basa troppo sulle relazioni stabilite nei giochi precedenti – fino a utilizzare spesso i flashback. Coloro che sono cresciuti ad amare i personaggi di Yakuza (in particolare i fan preferiti e il co-protagonista di Yakuza 0 Goro Majima) potrebbero ritrovarsi delusi da questa trama Kiryu-centrica. Non è cambiato molto nel mondo di Yakuza 6 , e il gameplay di base è praticamente lo stesso. Ti viene dato il controllo diretto su Kiryu e puoi esplorare una piccola parte della città dettagliata mentre vaghi da un posto all’altro e trovare missioni, missioni secondarie e tonnellate di mooks casuali da combattere. Il gameplay di Yakuza è sempre stato accattivante e Yakuza 6 non è diverso.

 

Gameplay e altro

Yakuza 6 presenta una versione semplificata del combattimento dei precedenti giochi. La più grande differenza è che è chiaramente orientata verso battaglie di gruppo piuttosto che i più piccoli scontri a tre persone dei titoli precedenti. Le abilità di combattimento di base di Kiryu sono praticamente le stesse. Hai accesso a una varietà di mosse che puoi usare per picchiare tutti i tipi di cattivi. Puoi usare speciali azioni di calore per fare danni ai nemici, e Kiryu può entrare in una potente modalità super in cui usa tutto ciò che lo circonda come un’arma e brutalizza i suoi nemici con facilità. A differenza dei precedenti giochi della serie, le battaglie in Yakuza 6 sono quasi senza soluzione di continuità. Sono diviso nel nuovo sistema di combattimento. Per i suoi meriti, ha molti miglioramenti. Le transizioni di combattimento senza soluzione di continuità e l’attenzione generale alle risse di grandi dimensioni sono un buon passo avanti per il franchise. Tuttavia, non posso fare a meno di sentire che in qualche modo è carente. I giochi recenti della serie avevano più personaggi, più stili di combattimento, o entrambi, e qui, sembra piuttosto semplice. Sembrano esserci meno azioni di calore in Yakuza 6 rispetto al gioco precedente, e questo è deludente dal momento che le azioni di calore sono i punti salienti di qualsiasi partita di Yakuza. Come per il resto del franchise, il combattimento è solo una parte di quello che farai in Yakuza 6. Un sacco di tempo è dedicato ai minigiochi, alle missioni secondarie e simili. Altre attività includono il baseball, un bizzarro minigioco di incontri, i club di hostess, i vecchi giochi arcade e la pesca subacquea. Non c’è nulla di troppo sorprendente qui per i fan del franchise, ma se sei nuovo a Yakuza , potresti essere sconcertato da quanta roba non combattiva c’è da fare. Potresti passare ore a giocare a minigiochi o aiutare gente casuale per strada. È importante fare queste missioni secondarie, poiché otterrai punti esperienza con codice colore che puoi utilizzare per livellare il tuo personaggio. Forse il minigioco più degno di nota è il Creatore del Clan. Kiryu ottiene l’abilità di creare il proprio clan yakuza esplorando membri e portandoli in una battaglia di 100 uomini. Queste battaglie si svolgono come una sorta di RTS semplicistico, in cui recluti vari membri e costruisci il clan finale teorico per affrontare i tuoi nemici. Puoi affrontare una serie di wrestlers trasformati in yakuza-cattivi e anche caricare il tuo clan creato per affrontare gli altri online. Le battaglie sono semplici e facili da imparare. Clan Creator è divertente per un po ‘, ma perde la sua lucentezza abbastanza rapidamente. Una volta individuata una strategia vincente, è facile inviare spam alle tue unità più potenti e distruggere tutto. È un minigioco divertente ed è uno dei punti salienti del titolo, ma è così vicino ad essere migliore che è un po ‘frustrante. Come molti minigiochi Yakuza , non c’è molto sotto la superficie, ma il concetto è così coinvolgente che non ho potuto fare a meno di desiderare di più. Yakuza 6 soffre in gran parte di essere il gioco che si sposta su un nuovo motore. C’è un sacco di contenuti, molte cose da fare, il gioco non manca di nulla, ma dopo l’incredibile Yakuza 0 dello scorso anno , si sente indietro in molti modi. Ha meno minigiochi, meno contenuti, più semplici combattimenti e, in generale, è chiaro che gli sviluppatori si sono bagnati i piedi con il nuovo motore. Questo fa sembrare un po ‘carente rispetto a Yakuza 0 e potrebbe essere deludente per i fan che si sono uniti al franchise a quel punto. È un buon gioco stand-alone ed è migliore di Yakuza Kiwami , ma soffre in confronto agli altri giochi recenti del franchise.  Yakuza 6 sembra assolutamente incredibile. Il nuovo motore brilla davvero, specialmente nelle scene tagliate. I modelli di personaggi e le animazioni sono impressionanti, e mentre il gioco può mancare nella quantità di combattimento, è difficile discutere con la qualità delle animazioni di combattimento. La grafica è talmente buona che l’animazione occasionale con gli occhi spalancati o il modello di carattere poco brillante risalta più di quanto non fosse nei giochi precedenti. La differenza tra i modelli di personaggi di fascia alta e i modelli di personaggi di fascia bassa può essere piuttosto sbalorditiva. Il doppiaggio, che è interamente in giapponese, è eccellente come sempre. Il doppiatore di Kiryu Takaya Kuroda fa un lavoro fantastico con l’intera storia. In grado di passare senza interruzioni dalla yakuza invecchiata dal mondo all’uomo più mascolino del mondo, porta la storia sulle sue spalle, e anche il resto del cast fa un ottimo lavoro.

In conclusione

Yakuza 6 è una solida voce nel franchise. È trasportato da una storia forte e immagini eccellenti che compensano il fatto che è un titolo Yakuza abbastanza semplice che ha meno contenuti di altri titoli della serie. I fan del franchise dovrebbero trovare molto da apprezzare in Yakuza 6 . Non è la voce migliore per un nuovo arrivato perché è la fine della storia di Kiryu, ma è un gioco solido e divertente.

Luca Cuciniello || Ciccioboy

Classe 1995, oppositore di console war, lavoratore durante la settimana, gamer nel weekend. Appassionato sin da piccolo da papà gamer con il nintendo 64, passando da Steam, al Psn, anche per Xbox. Fiero possessore di 3Ds e Ps vita.

More Posts

Lascia un commento

Commenta
Nome*
Mail*
Sito web:*