Image default
NintendoNotiziePCPiattaformeRecensioniSony

Freedom Planet 2 – Recensione

Nel 2014, un team di nuovi sviluppatori che si fa chiamare GalaxyTrail ha rilasciato Freedom Planet, un platform in stile retrò che ha catturato il cuore di molti fan di Sonic the Hedgehog dell’era classica. Freedom Planet, infatti, è nato come fan game di Sonic, anche se ha stabilito un’identità unica per se stesso man mano che lo sviluppo andava avanti, e le vendite sono state fortunatamente abbastanza alte che il team è stato in grado di dare il via libera allo sviluppo di un sequel. Ora, dieci anni dopo, Freedom Planet 2 è finalmente arrivato per console e siamo lieti di riferire che è tutto ciò che ci si aspetta da un sequel. Il design dei livelli è più serrato, il gameplay è più emozionante, la grafica ha ricevuto una bella spinta; Si tratta di una versione molto più sicura e coinvolgente.

Il titolo

La storia riprende contemporaneamente al finale del primo gioco, con gli eventi culminanti di quel finale che causano il rilascio di un antico Drago d’Acqua di nome Merga da una prigione magica. La trama fa quindi un salto in avanti di tre anni, seguendo le protagoniste originali Lilac, Carol e Milla mentre lavorano per ripulire i pochi robot ritardatari rimasti dagli eventi del primo gioco. Il trio viene quindi reclutato da Neera, la nuova protagonista giocabile, per un incontro con il Magister, che chiede loro aiuto per andare a fondo di chi ha causato i recenti attacchi robotici. Naturalmente, l’antica minaccia che hanno inconsapevolmente rilasciato ha qualcosa a che fare con questo, dando il via a un lungo viaggio per rivelare le motivazioni di questo nuovo cattivo e alla fine sventare i loro piani.

È una storia abbastanza avvincente, aiutata in gran parte da un ritmo delle cutscene molto migliore questa volta. Freedom Planet era noto per i suoi lunghi filmati, ma qui trasmettono informazioni sufficienti per mantenere la trama in movimento e costruire i personaggi senza intralciare il gameplay ad alta velocità. Anche le performance di doppiaggio nel complesso sembrano molto più forti, con membri del cast di ritorno come Dawn Bennett e Aimee Smith che mostrano le loro abilità maturate, e questo fa molto per migliorare la qualità dei numerosi filmati. Per quelli di voi che non sono ancora troppo entusiasti dell’attenzione alla storia, i filmati sono ancora facilmente saltabili, mentre il completamento del gioco in modalità Avventura sblocca una modalità classica che consente di giocare attraverso i livelli platform uno dopo l’altro.

Il gameplay segue la struttura dell’originale, incaricandoti di guidare il personaggio scelto attraverso livelli ricchi di percorsi multipli il più velocemente possibile. Questa volta, la struttura in due atti è stata abbandonata a favore di livelli one-shot con tempi di esecuzione leggermente più brevi rispetto ai loro predecessori, ognuno dei quali è coronato da un combattimento con un boss. Sebbene le meccaniche qui siano in gran parte le stesse, ci sono state alcune gradite aggiunte, come una mossa di guardia per ogni personaggio che garantisce loro alcuni i-frame per schivare i nemici o un’opzione di rianimazione per continuare a giocare proprio da dove sei morto per una piccola penalità.

Gameplay ed altro

Freedom Planet 2 può sembrare molto simile al suo predecessore, quindi, ma la qualità del gameplay e del design dei livelli qui ha visto un sostanziale aumento della rifinitura. Freedom Planet non è stato certo da meno in questo reparto, ma la scenografia di questo sequel scorre molto meglio. Ogni livello è pieno zeppo di nuovi espedienti e meccaniche di livello, emozionanti momenti di scena e un equilibrio quasi perfetto tra velocità ed esplorazione, rendendo ogni livello un meraviglioso giro in un parco a tema in tutti i modi migliori.

Non solo i molteplici percorsi potenziali attraverso un livello offrono un sacco di potenziale di rigiocabilità mentre cerchi di battere i tuoi tempi migliori, ma ora ci sono quattro personaggi giocabili che sembrano ognuno significativamente distinto. Lilac, ad esempio, gioca nei panni del “Sonic” di questa versione, incentrato su buffonate ad alta velocità con alcune opzioni utili per guadagnare quota, mentre la nuova arrivata Neera è un personaggio più tecnico e incentrato sul combattimento incentrato su vari attacchi e incantesimi che può lanciare con la sua lancia. Il kit di ogni personaggio è completo e porta nuove idee sul tavolo, il che spesso può cambiare completamente il tuo approccio a un livello. Anche se è un po’ deludente che ai personaggi non siano stati dati i propri livelli costruiti per le loro specifiche uniche, abbiamo comunque apprezzato la varietà che offrono, soprattutto considerando che ognuno ha la propria prospettiva unica sugli eventi della storia mentre si svolgono.

Visivamente, Freedom Planet 2 sembra un enorme passo avanti rispetto all’originale, offrendo uno stile artistico incredibilmente dettagliato e fluido che rende praticamente ogni fotogramma una delizia. Sia che tu stia macinando sulle rotaie delle montagne russe attraverso il parco a tema Zao Land o rotolando in una palla di neve giù da una collina nel Cimitero dei robot disseminato di spazzatura, ogni livello ti travolge in un turbinio di immagini e suoni con tavolozze di colori uniche, sprite dettagliati e animazioni avanzate che si combinano incredibilmente bene. Sono i piccoli dettagli che portano le cose da buone a grandiose, come il modo in cui lo scorrimento in parallasse sullo sfondo durante il livello Battlesphere ha una leggera curva per darti la sensazione di correre all’interno di un’arena chiusa.

Queste immagini sono abbinate a una colonna sonora altrettanto eccellente che mescola ritmi pop, jazz ed EDM per una musica in grado di aumentare e raffreddare l’intensità secondo necessità. Spesso la traccia che suona per un livello non corrisponde alla velocità al cardiopalma a cui il tuo personaggio sta correndo mentre sfreccia attraverso gli ostacoli, eppure non si ha mai la sensazione che una melodia sia fuori posto. C’è una qualità quasi onirica nelle tracce e abbiamo apprezzato profondamente la varietà.

Related posts

Iko 39 presto su pc

DarkJak92 -- Marco Marazzoli

GTA Online: brucia gli pneumatici e ottieni bonus di LS Tuners per tutta la settimana

Luca Cuciniello || Ciccioboy

NVIDIA DLSS in ‘Outriders’: fino al 73% di boost delle performance in 4K. Ogni GPU GeForce RTX raggiunge i 60 FPS a 1440p

Luca Cuciniello || Ciccioboy