Image default
NintendoNotiziePCPiattaformeRecensioni

Magical Drop VI – Recensione

Un classico franchise di puzzle è stato riportato in vita dopo una lunga pausa, quindi godiamoci un po’ di divertimento a base di sfere con l’affascinante Magical Drop VI.

Il titolo

Magical Drop ha debuttato nel lontano 1995 e ha visto una manciata di sequel e porting per console nel corso degli anni, con il più recente del 2012 per PC. Ora, Magical Drop VI è qui per rinvigorire ancora una volta la serie. Per chi non lo sapesse, il gameplay principale prevede di afferrare le sfere e poi lanciarle nel campo di gioco per abbinarne 3, il che fa scomparire tutte le sfere che si toccano dello stesso colore. Come puoi immaginare, questo potrebbe causare una reazione a catena in modo da poter sfoggiare molta abilità impostando un’enorme catena per devastare il tuo avversario. Per la maggior parte, Magical Drop VI fa un ottimo lavoro nell’interpretare questa formula per un pubblico moderno.

La serie Magical Drop ha sempre presentato un ampio cast di personaggi deliziosi e Magical Drop VI non è diverso in quanto ti imbatterai in tutti i tipi di palle buffe modellate sulle carte dei tarocchi durante la tua avventura. Le scene di dialogo sono spensierate e moderatamente divertenti e la grafica del gioco presenta opere d’arte molto rimbalzanti, soprattutto per il personaggio noto semplicemente come The World, se capisci cosa intendo. Ad ogni modo, è meraviglioso vedere questi personaggi di nuovo e sono davvero pop, quindi i fan come me saranno sicuramente contenti.

Gameplay ed altro

Ora, sebbene Magical Drop VI mantenga abbastanza bene il gameplay dei giochi originali, l’ho trovato piuttosto sbilanciato con le sue meccaniche. Questa non è necessariamente una cosa negativa, tuttavia, poiché devi semplicemente adottare una strategia leggermente diversa se vuoi rivendicare la vittoria sui personaggi piuttosto brutali controllati dalla CPU. In particolare, ho scoperto che i giochi originali premiavano il pensiero in anticipo mentre alla fine eseguivano catene enormi, ma quando ho usato questa strategia qui, spesso ho fallito. Quindi, quando ho cambiato le cose per iniziare a concentrarmi sulla velocità e non preoccuparmi delle catene, sono rimasto sorpreso di vedere che ho finito per vincere molto più spesso, il che è a dir poco strano.

Per fortuna, Magical Drop VI include una vasta gamma di modalità in cui affondare i denti è molto divertente. Per cominciare, c’è una modalità storia basata su nodi in cui si affrontano una serie di partite e sfide simili a puzzle mentre alla fine ci si fa strada verso un finale dopo aver preso alcune decisioni tramite percorsi ramificati. Mi è piaciuta molto questa modalità, ma sono deluso di non aver sbloccato Path of Destiny dopo averlo completato, il che è strano. Man mano che avanzi nella modalità storia, sbloccherai gli avversari per la modalità Match, che è fondamentalmente una modalità arcade e c’è anche una modalità sopravvivenza, oltre a una modalità simile in cui risolvi enigmi entro un limite di tempo. Sono tutte cose standard che i fan hanno già visto.

Anche se in generale mi sono divertito con Magical Drop VI, devo ammettere che c’è una goffaggine generale nel giocarci che a volte lo fa sembrare poco raffinato. Ad esempio, la transizione tra le sequenze di dialogo e il gameplay è piuttosto segregata e gli sbloccabili sono confusi poiché ho solo una manciata di personaggi con cui giocare e non capisco perché le modalità rimangano bloccate anche se ho soddisfatto le loro condizioni di sblocco. Inoltre, molte delle sfide nella modalità storia sono zoppe, come quella in cui si afferrano semplicemente tutte le sfere di ghiaccio fino allo scadere del tempo.

Related posts

Crystar, il gioco di ruolo FuRyu, arriva in Europa su PlayStation 4 e PC

L’AVVENTURA DI SWORD ART ONLINE: HOLLOW REALIZATION NON È ANCORA FINITA!

Truck mechanic presto su pc

DarkJak92 -- Marco Marazzoli