Image default
MicrosoftPCPiattaformeRecensioni

Until Then – Recensione PC

Intro

Until Then è il nuovo titolo del genere Indie in salsa pixel art narrativa in ambienti 2D sviluppato da Polychroma Games e rilasciato da Maximum Entertainment il 25 giugno su pc, tramite la piattaforma steam. Il gioco è disponibile in lingua italiana, inglese, francese, tedesca e spagnola con i relativi sottotitoli.

In un mondo segnato dalle catastrofi, un giovane ragazzo scoprirà una terribile e oscura verità…

Trama

La storia prende vita nei remoti meandri del pianeta Terra, nelle zone di una versione alternativa delle Filippine di un mondo che deve riprendersi da una terribile catastrofe dove seguiremo tutte le vicende del giovane Mark Borja, uno studente esperto in pigrizia che cerca di tornare alla routine quotidiana della scuola superiore con i suoi amici di sempre dopo aver vissuto sulla sua pelle una tragedia avvenuta molto tempo fa, non sapendo che presto o tardi incontrerà una persona destinata a scatenare una serie di eventi che rischieranno di sconvolgere la vita del nostro Mark e che rimetteranno in discussione tutto ciò in cui ha creduto finora.

Gameplay

Prepariamoci a un nuovo, incredibile viaggio nel tecnologico ed emozionante mondo di Until Then, accompagnando il nostro Mark nel suo periodo di crescita mentale mentre affronta con coraggio la routine della vita di tutti i giorni tra progetti scolastici, lezioni di piano, uscite vivaci con gli amici e molte altre vicende in cui potremo decidere ogni esito, adoperando tutta una serie di approcci che influenzeranno in maniera positiva o negativa le relazioni di amore e odio tra il nostro protagonista e tutto il resto del mondo che lo circonda, interagendo di persona o tramite messaggi sui social con un ricco e variegato cast di personaggi che ci faranno prendere parte a numerosi eventi per rafforzare o distruggere la catena di relazioni che ci lega a loro, superando con astuzia e tempismo alcuni minigiochi di varia natura per vincere nuove ricompense, discutendo di questioni importanti, commettendo errori e prendendo decisioni cruciali nel corso dei 5 corposi capitoli di una trama ricca di colpi di scena, oscure tragedie del passato e insicurezze che minacciano il futuro, vivendo sulla nostra pelle ogni evento di questa avventura narrativa che ci terrà col fiato sospeso dall’inizio alla fine per una ventina di ore davanti allo schermo dei nostri fedeli pc.

In conclusione

Until Then è un nuovo titolo del genere Indie in salsa pixel art che ci porterà a vivere una nuova avventura nei meandri di un mondo che non è ancora finito ma che è sospeso tra passato, presente e futuro nelle affascinanti vicende immerse nelle potenti atmosfere narrative della cultura delle Filippine che saprà catturare l’attenzione di schiere di novizi e veterani del genere con questo titolo apprezzabile al minimo dei settaggi su computer fissi o portatili di fascia bassa/media utilizzando schede grafiche integrate o dedicate con almeno 2 gb di vram (se avete 1 gb o meno di vram andrete incontro a blocchi improvvisi del gioco con ripetuti spegnimenti del pc e non potrete apprezzarlo come si deve) e godibile al massimo della sua forma su sistemi operativi di livello alto/gaming senza riscontrare bug, glitch strani o problemi di alcun tipo.

Related posts

NieR Replicant ver.1.22474487139: Nuovo trailer

Luca Cuciniello || Ciccioboy

ECCO IL RIASSUNTO DEL DRAGON BALL GAMES BATTLE HOUR!

Luca Cuciniello || Ciccioboy

DIVENTA UN INFILTRATO E SCOPRI LA VERITÀ IN DIGIMON STORY: CYBER SLEUTH – HACKER’S MEMORY!