Image default
PCRecensioni

System Shock 2 – Recensione

System Shock 2 è stato creato dalla collaborazione di 2 team di sviluppo all’epoca molto importanti: Irrational Games e Looking Glass Studios, creatrici di grandi capolavori video ludici come appunto la serie Shock e Thief. System Shock 2 non è un semplice gioco, ma un’esperienza. Una di quelle poche esperienze videoludiche che VANNO giocate e vissute. Una di quelle poche esperienze videoludiche che invogliano il giocatore a continuare nel proprio percorso, in un’ambientazione retrò in ambito futuristico, in cui tutto ciò che ci circonda può essere un male o un bene, a seconda del nostro comportamento all’interno di quest’ultima. System Shock 2 è uno di quei rari giochi che impegnano già dalla copertina, con quel volto femminile intento a guardarci con uno sguardo fisso e quasi divertito, suscitando ansia e curiosità da parte del giocatore.

LE VICENDE DI SYSTEM SHOCK

SHODAN, un’intelligenza artificiale comparsa inizialmente nel primo System Shock. SHODAN era a capo di una stazione spaziale chiamata “Cittadella” o “Citadel”. In System Shock verrà chiesto ad un hacker (che impersonerete nel corso del gioco) di hackerare SHODAN, in cambio di impianti cibernetici e l’assolvenza di un precedente reato commesso. L’hacker riuscì nel suo intento (o quasi), e venne mandato in coma forzato per l’installazione di questi impianti cibernetici. Nel frattempo, SHODAN sviluppa una propria intelligenza contorta: quella di vendicarsi, volendo conquistare il mondo. Il nostro compito in System Shock quindi sarà di trovare e distruggere SHODAN una volta per tutte. Riuscendo quasi del tutto nella sua impresa…

2015-07-02_00001

TRAMA DI SYSTEM SHOCK 2

System Shock 2 segue le vicende di “System Shock”. Le vicende prendono luogo nell’astronave Von Braun, costruita dalla TriOptimum, navigando alla velocità della luce nell’universo allo scopo di scoprire nuovi spazi utili per l’umanità, accompagnata dall’astronave Rickenberg, un’astronave militare della UNN (Unifield National Nominate),  come una specie di “difesa militare” per la Von Braun. Qualcosa di terribile però è successo su quest’ultima. The Many, un parassita alieno, è riuscito a prendere il controllo della nave, infestando quest’ultima e tutto il suo equipaggio. Si scoprirà durante il nostro percorso nel gioco, che sotto la comparsa di The Many si cela. In System Shock 2, SHODAN si fa viva di nuovo, più temibile di prima. SHODAN si salvò, poiché nel precedente capitolo l’hacker non distrusse completamente le unità di virus (The Many) che quest’ultima stava già preparando. Queste ultime hanno permesso a SHODAN di salvare parte della sua personalità e quindi di ricostruirla successivamente. Sarà compito di questo soldato di fermare SHODAN nel suo tentativo di impossessarsi della Von Braun e della Rickenberg, per partire alla conquista dell’universo.

2015-07-02_00003

GAMEPLAY

Il punto forte del gioco è proprio il gameplay. All’inizio del gioco, il giocatore dovrà fare una scelta: decidere la classe con la quale completare il gioco. Le classi in questione sono l’O.S.A., il Marine e il Navy. Scegliendo l’O.S.A., dovrete lavorare molto sulle vostre capacità criogeniche. Infatti, girando per la mappa di gioco, potrete trovare delle stazioni in cui incrementare il livello della vostra forza, della velocità e di altri aspetti riguardanti il vostro personaggio. Poi ci sono le stazioni per comprare abilità criogeniche o potenziarle. Per farvi degli esempi, ci sono abilità come il controllo della mente dei vostri nemici, oppure per attaccare dalla distanza con poteri psichici i vostri nemici, oppure per rigenerarvi la vita, senza l’uso delle “hypo”, 3 tipi di spray con lo scopo di rigenerarvi la vita (molto lentamente rispetto all’abilità criogenica), il mana o per guarirvi da radiazioni e veleni. Il Marine e il Navy invece lavorano particolarmente sulla propria forza, quindi inizialmente potrete equipaggiare con questi ultimi più armi di quante ne possiate equipaggiare con l’O.S.A.. Il Navy però è anche una sorta di hacker, infatti grazie al Navy, all’inizio del gioco, potrete hackerare grazie alla specifica abilità dell’hack diverse porte e diverse casse, che potranno essere buone o nocive. Con “buone o nocive” intendo che queste ultime possono nascondere oggetti buoni, come oggetti inutili che potete benissimo scartare. Inoltre nel gioco, tutto ciò che otterrete sarà limitato. Soprattutto i proiettili, infatti dovete fare attenzione a non sprecarli del tutto, poiché non saranno alla portata di mano. Una volta finiti, dovrete cercarli, poiché si trovano per la mappa, ma sono davvero molto limitati. Se volete comprarli invece, ci sono particolari container, sempre in giro per la mappa, ma se non lo hackerate tutto ciò che comprerete grazie ai naniti (soldi del gioco) sarà davvero molto costoso. Dovrete anche pensare ad organizzare bene il vostro inventario, poichè anch’esso è limitato. Dovrete metterci dentro solo ciò che riterrete utile o che vi servirà in futuro. Tutto il resto è spazzatura. Insomma, ricordate che in System Shock 2 è sempre importante pensare prima di agire. 

                                         2015-07-02_00004

GRAFICA E MULTIPLAYER

Irrational Games e Looking Glass Studios hanno sviluppato il gioco con il motore grafico “Dark Engine”, che all’epoca poteva reggere qualità grafiche molto più elevate di quella offertaci da System Shock 2, ma le ambientazioni e le situazioni in cui ci troveremo nel corso del gioco daranno ai giocatori sensazioni di oppressione da parte dei nemici, e della stessa SHODAN, e anche una sorta di paura e di ansia nel voler continuare. Molti credono che il gioco rientri nella categoria “horror”, ma a mio parere rientra in una categoria nettamente apparte, lo ritengo una vera e propria avventura psicologica assolutamente ben riuscita. Potete fare un update della grafica del gioco grazie alle mod grafiche che potete trovare online, come (scusate la ripetizione) la SHTUP e la REBIRTH mod. Vorrei però condividere le parole di un mio caro amico riguardante la grafica del gioco: “The game did not aged well graphically, but that only addes to its horror aspect, in my opinion.”. Per chi non è bravo in inglese, ha voluto dire che il gioco non ha la miglior grafica dei nostri tempi, d’altronde è un classico e fu rilasciato nel 1999, ma la sua grafica gli da soltanto un maggiore aspetto horror. Io sono totalmente d’accordo, credo sia meglio non usare mod o altro, il gioco rimane stupendo anche senza l’uso di queste ultime.

Il multiplayer si basa sulla coop di minimo 2 giocatori e massimo 4 giocatori. La storia giocata con amici è sicuramente molto più divertente e molto più “convincente” da giocare, ma la presenza di molte varietà di bug rende il gioco ingiocabile inizialmente, ma una volta memorizzati ognuno di essi, potrete giocare tranquillamente. Dopo vari tentativi di giocare e finire il gioco con amici, sono riuscito a scovare ogni sorta di bug presente nel corso del gioco. Ci sono vari tipi di bug, che vanno da bug grafici a bug di gameplay. I bug grafici sono quelli inerenti alle mod: se installate mod grafiche come la SHTUP o la REBIRTH mod è molto probabile che il gioco vi darà non pochi problemi. Mi è capitato spesso di trovare vari oggetti buggati dentro texture oppure letteralmente oggetti “trasformati” per colpa delle mod, e questo è un lato della coop nettamente negativa, poiché senza l’uso di mod non c’è alcun tipo di bug grafico, che io sappia. Poi ci sono bug relativi al gameplay. Infatti, se non avete un livello di forza necessario per equipaggiare un’arma, il gioco crasherà, stessa cosa riguardo l’equipaggiamento delle armature. Insomma, molti di questi bug rendono il gioco in multiplayer davvero ingiocabile inizialmente, ma vi ripeto che una volta che li avete memorizzati (se state leggendo questa recensione e avete deciso di prendere il gioco, teneteveli a mente), non avrete più problemi.

ss2_screenshot2

COMMENTO FINALE

System Shock 2 è forse il classico migliore che io abbia mai giocato in vita mia. Tra ansia, divertimento e frustrazione il gioco offre una delle migliori trame che un FPS-RPG-Sci-Fi possa offrire, e i giochi di oggi dovrebbero solo imparare da quest’ultimo. Per i vari motivi elencati nel gameplay, è molto difficile capire al primo colpo ciò che ci aspetteremo in quest’avventura, quindi se siete nuovi nel settore di System Shock vi consiglio di informarvi tramite le varie guide su Steam, e di abbassare la difficoltà di gioco a “Facile”, per prendere confidenza con quest’ultimo. In conclusione, consiglio System Shock 2 a tutti gli amanti dei grandi classici e non.

 

Consigliato | Non consigliato

Related posts

Call of Duty Black Ops Cold War – Recensione

Luca Cuciniello || Ciccioboy

Warped Reality in arrivo a dicembre

DarkJak92 -- Marco Marazzoli

Lancio mondiale di Destiny 2: La Regina dei Sussurri + trailer Stagione dei Rinati

Luca Cuciniello || Ciccioboy