Image default
Piattaforme

Toby: The Secret Mine – Recensione

Questo puzzle platform di Lukas Navratil approdato da pochissimo su Steam a 9,99 euro non può infatti non ricordare il classico indie di Playdead, di cui riprende non solo lo stile grafico con il protagonista completamente nero e un art-design minimale quanto ispirato, ma anche il gameplay, retto ancora una volta su sezioni platform, puzzle “meccanici”, enigmi a tempo e altri elementi tipici del genere.

5454

Insomma, i debiti con Limbo sono moltissimi, per non parlare di un’altra evidente ispirazione di Navratil come Nihilumbra di BeautiFun Games, anche a livello di interfaccia (praticamente inesistente) e di sistema di controllo.

32332

Toby è una piccola creatura nera con occhi bianchi e con un aspetto da diavoletto che parte per un viaggio avventuroso dopo che il suo villaggio viene attaccato e i suoi abitanti rapiti e imprigionati da un’altra creatura non meglio specificata. Il nostro atipico alter ego può solo saltare, muoversi verso destra e sinistra e interagire con alcuni elementi dello scenario, attivando ad esempio dei meccanismi o spostando casse e rocce. Nient’altro.

7676

COMMENTO PERSONALE

Questi passaggi occupano per fortuna circa il 10-15% dell’intero gioco, ma potranno infastidire parecchi giocatori sebbene, solitamente dopo cinque o sei tentativi, si riescono a superare senza che il gioco diventi davvero insopportabile. Preparatevi poi a rimanere bloccati parecchie volte prima di capire come continuare, ma anche in questo caso basta un po’ di pazienza per proseguire oltre. Capita infatti spesso che un passaggio sia nascosto dal “nero” degli scenari e che per aprirlo bisogna andarci incontro. Oppure in altri punti si deve saltare più volte su un’asse di legno “invisibile” per romperla e cadere di sotto, ma anche qui c’è il trucchetto visto che quando vi camminiamo sopra si sente chiaramente un cigolio.
Certo, i debiti nei confronti di Limbo sono davvero molti, ma se volete un’alternativa meno grigia e uggiosa e più varia nelle ambientazioni (ma anche meno poetica e innovativa), questo viaggio irto di pericoli in compagnia di Toby saprà regalarvi parecchie soddisfazioni.

PRO

  • Buona varietà di ambientazioni;
  • Graficamente adorabile.

X CONTRO

  • Molto poco originale;
  • Trama e finale deludenti.

Consigliato | Non consigliato

Related posts

Legend of Mana – Recensione

Luca Cuciniello || Ciccioboy

Monster Prom – Recensione

DarkJak92 -- Marco Marazzoli

DMC Devil May Cry – Recensione