Image default
NotiziePCPiattaformeRecensioni

Awesome Pea 3 – Recensione

È passato un bel po’ di tempo da quando ho provato, giocato e platinato i primi due Awesome Pea. Sono stati titoli che mi hanno divertito, fatto infuriare e dato soddisfazione. L’ultimo capito della trilogia è ora arrivato, pronto a regalarci nuove imprecazioni.

Il titolo

Questa volta l’avventura è presentata a colori, la collaudata grafica pixel rimane ma è molto più facile da vedere. Lo stile CRT greenwashed è stato eliminato e questo vale anche per l’impostazione della mappa del mondo. Invece, si gioca attraverso tutti i 69 livelli in sequenza, saltando direttamente da uno all’altro. Puoi tornare al menu principale e riprodurne uno dopo averli completati, se lo desideri.

Awesome Pea 3 prosegue sulla scia dei suoi due predecessori, con il platform dal ritmo incalzante che richiede altrettanta precisione per superare ogni livello. Una cosa che mi ha colpito è che questa volta le cose sembravano molto più impegnative. Anche questo è praticamente fin dall’inizio. Non c’è modo di tenersi per mano, si viene gettati direttamente dentro e non appena si timbra il contatore della morte nella parte superiore dello schermo, si può indovinare che tipo di corsa si sta per fare.

Ci sono pericoli a bizzeffe e se arrivi anche solo a un soffio da uno spuntone o da un’ascia, verrai riportato all’inizio del livello. Ci sono alcune altre variabili gettate nel mix, come platform fatiscenti, seghe circolari e palle chiodate fluttuanti. In tutta onestà, per quelli di voi che hanno già giocato a questo tipo di gioco, sembrerà tutto molto familiare. In ogni livello ci sono un certo numero di monete da raccogliere e obiettivi in palio per farlo in determinati livelli. È qui che Awesome Pea 3 evita sorprendentemente la solita routine di far piovere senza sforzo Gamerscore su di te in cambio di pochissimo sforzo. Tuttavia, il tuo obiettivo principale è afferrare la chiave, che sbloccherà il portale di uscita per la fase successiva.

Gameplay ed altro

L’ortaggio del titolo si muove rapidamente e ha un certo peso per lui. Può solo saltare e scattare, ma puoi afferrare i pickup a mezz’aria che ti permetteranno di ripetere queste manovre. È qui che entrano in gioco i segmenti più impegnativi, poiché dovrai cronometrare le tue mosse alla perfezione. Niente di meno sarà sufficiente.

Arrampicarsi e saltare tra i muri è anche possibile, e in effetti necessario in molti livelli, ma è una sorta di incubo da controllare con precisione. Invece, mi sono ritrovato a scivolare giù in una morte appuntita, o a lasciarmi andare completamente e a precipitare verso, beh, una morte appuntita. Questo perché è necessario non solo puntare la levetta contro il muro che si desidera scalare, ma anche spostarsi verso l’alto o verso il basso senza interrompere il contatto. È difficile come sembra. Per fortuna, l’uso del D-Pad al posto di una levetta sembrava rendere i controlli molto più comodi e meno soggetti a errori.

Tuttavia, una volta superate queste frustrazioni, Awesome Pea 3 è divertente e offre una curva di difficoltà soddisfacente da conquistare. Certo, a volte vorrai lasciare un controller a forma di Xbox nel muro, ma non verrai mai spinto a quel punto; A volte ci si avvicina molto. Detto questo, molto probabilmente padroneggerai tutti i livelli in un paio d’ore e poi il tuo tempo con Awesome Pea 3 sarà alla fine. Tuttavia, a un modesto prezzo richiesto di 4.99 euro è difficile lamentarsi davvero.

Related posts

UOMO. MACCHINA – NCUTI GATWA PORTA I GIOCATORI NELLA MENTE DI UNA LEGGENDA DI GRID

Luca Cuciniello || Ciccioboy

FIFA 20 – Ecco la tracklist completa

ESPLORA LE STRADE DI EDO NELL’ULTIMO TRAILER DELL’EPICO ACTION RPG DI KOEI TECMO, FATE/SAMURAI REMNANT

Simone Piantoni