Image default
NotiziePCPiattaformeRecensioni

CityDriver – Recensione

Aerosoft e ViewApp portano CityDriver, una nuova simulazione di guida che dovrebbe rappresentare realisticamente la guida sulle strade della metropoli di Monaco, oltre a questo fulcro del titolo, ci sono vari corsi di formazione alla guida e alcune piccole sorprese. Con CityDriver ho imparato ad apprezzare la maneggevolezza delle auto elettriche, ma la simulazione non mi ha davvero ispirato. Scoprite di più, con questa recensione.

La storia

CityDriver cerca innanzitutto di rendere appetibili i tutorial che rappresentano i corsi di formazione per conducenti. Ma non devi farli per forza sin da subito, puoi iniziare le sessioni di tutorial in qualsiasi momento. Non ci sono comunque veri progressi di gioco in CityDriver: la sessione di gioco a Monaco di Baviera ricomincia ogni volta, almeno al momento, e anche con i tutorial non riesco a vedere direttamente cosa è già stato completato o cosa no.

Per prima cosa sono andato per le strade di Monaco e qui mi aspetta la prima sorpresa: a prima vista, la mappa disponibile in CityDriver sembra notevolmente piccola. Alla fine, questo non è così completamente confermato, perché nella simulazione del traffico cittadino, a volte ci vuole più tempo per raggiungere la destinazione successiva di quanto si possa pensare all’inizio. Sembra che ci siano poche curve, perché molte strade sono dritte, la sensazione di essere davvero sulla strada a Monaco e di poter esplorare ogni angolo in auto o a piedi (puoi anche scendere) non si pone.

A parte questo, la replica di Monaco sembra ragionevolmente autentica in CityDriver e ci sono anche alcuni luoghi ricreati, ma non è accurata. Sono stati posizionati nomi di strade reali, ma un confronto con Google Maps in alcuni luoghi ha mostrato che gli edifici ecc. non sono stati collocati nel posto giusto. La Galeria Kaufhof e la filiale della Commerzbank non sono quindi necessariamente dove si trovano realmente, per esempio.

Proprio così: alcune aziende sono realisticamente ricreate in CityDriver mentre con i veicoli, d’altra parte, devi fare a meno dei bolidi autorizzati che è un peccato, davvero, perché i veicoli qui contribuiscono in modo significativo al realismo. Ma: non è poi così male, perché le repliche sono molto, molto realistiche. In realtà sono solo i loghi sui veicoli e sui volanti che sono diversi, ma puoi immediatamente vedere su quale veicolo si basano le auto nel gioco. Lo stesso vale per le auto nel traffico: tutto quello che devi fare è sostituire la scritta e si adatterebbe.

Gameplay ed altro

Naturalmente, il fattore decisivo è il modo in cui i veicoli si lasciano guidare. ViewApp è sicuramente riuscita a creare un’esperienza di guida realistica, però mi sono piaciute molto di più le auto elettriche rispetto ai motori a combustione. Anche questo è probabilmente realistico, ma è dovuto principalmente al concetto di controllo: ho giocato a CityDriver con un controller e non mi è piaciuto controllare un motore diesel con le impostazioni predefinite. A mio parere, sarebbe stato un bene per CityDriver se fosse stato basato sul concetto di controllo della maggior parte delle altre simulazioni: con gli indicatori di direzione sui pulsanti dorsale, ad esempio, avrei preferito usarli molto di più che sulla croce direzionale, e cambiare le marce con i motori a combustione in CityDriver è pura acrobazia con le dita se vuoi anche utilizzare le frecce.

Non tutto in CityDriver è realistico: ad esempio, ci sono ancora alcuni dettagli a Monaco di Baviera, ci sono binari per il tram e anche i semafori corrispondenti sono stati integrati realisticamente. Ma non ho visto alcun tram in CityDriver, gli utenti della strada sono esclusivamente altre auto e pedoni comunque. Anche camion, ciclisti o altre persone sulla strada sono assenti.

Naturalmente, il problema più grande in un gioco del genere è il comportamento dell’IA e non tutto è perfetto nemmeno qui: fondamentalmente, il traffico in CityDriver scorre abbastanza bene e non si creano situazioni “strane” sulla strada. Tuttavia, alcune situazioni di parcheggio, ad esempio, sono difficilmente possibili nella città reale perché i conducenti IA non reagiscono realisticamente al mio comportamento. Ad esempio, se giro a destra e mi fermo, nessuno mi supererebbe mai, ma tutto si allinea dietro di me.

Infine, CityDriver dovrebbe offrire di più sotto tutti gli aspetti, soprattutto per essere in grado di motivare più a lungo. Non appena sei per le strade di Monaco, questo è in linea di massima un gioco gratuito e puoi guidare attraverso la città a tuo piacimento. Il tutto viene “allentato” più e più volte dalle missioni, ma il 90% di esse consiste semplicemente nell’andare in un determinato posto. Se devi trasportare qualcosa, è almeno visibile e deve anche essere posizionato nel veicolo, ma se guidi le persone al suo interno, sono completamente invisibili. Che peccato.

Related posts

Orisa è il nuovo eroe di Overwatch

APERTE LE PRENOTAZIONI E ANNUNCIATA LA DATA DI USCITA DI THE SEVEN DEADLY SINS: KNIGHTS OF BRITANNIA!

L’UOMO PIÙ FORTE DELLA GILDA SI UNISCE AL FRAY IN FAIRY TAIL