Image default
MicrosoftNintendoNotiziePCPiattaformeRecensioniSony

My Little Pony: Mistero alle Cime di Zefiro – Recensione

Fai librare il potere dell’amicizia e imbriglia la magia caotica che sta stravolgendo il mondo in un’avventura all’insegna del mistero per uno o due pony con la nuova iterazione di My Litte Pony: A Zephyr Heights Mystery, disponibile su console e PC.

Il titolo

Vestire i tuoi pony fa parte del divertimento qui, e vedrai spesso gli abitanti equini di Zephyr Heights che si pavoneggiano, comprano vestiti nuovi o sono ossessionati dal loro aspetto. Non sono sicuro che sia il miglior messaggio da trasmettere ai bambini, ad essere onesti. Ma in un mondo così colorato, bello e idilliaco, penso che anch’io vorrei sempre apparire al meglio.

Ma qui sono andato fuori pista. My Little Pony: A Zephyr Heights mystery in realtà non riguarda solo il vestire i pony (anche se puoi, e probabilmente dovresti, farlo se vuoi). C’è davvero un mistero in corso e, giocando nei panni di un cast di pony, sta a te andare a fondo della questione. Una serie di strani vortici si sono aperti intorno a Zephyr Heights, causando ogni tipo di caos, e sta a te chiuderli. Lungo la strada, attraverserai vari ambienti, aiuterai altri pony con i loro problemi urgenti (consegnare frullati o trovare nuovi occhiali da sole, tra gli altri grandi dilemmi) e farai crescere la tua squadra di pony da due a sei, tutti con le proprie abilità e abilità.

Sunny, ad esempio, il pony dai capelli gloriosi, non solo può pattinare, ma anche scivolare e trasformare fiori senza pretese in trampolini elastici. Hitch, d’altra parte, può caricare scatole e cancelli per trovare oggetti da collezione e aprire nuove aree. Può anche usare le sue abilità da detective che tornano utili quando stai rintracciando un oggetto per una particolare missione. I restanti quattro pony vengono sbloccati un po’ alla volta mentre giochi, ognuno con le proprie abilità speciali: dovrai tornare ai livelli precedenti per utilizzare le loro abilità una volta che sono nel tuo gruppo.

Gameplay ed altro

My Little Pony: A Zephyr Heights Mystery non riesce a decidere se si tratta di un platform a livelli o se è un open world. Da qualche parte nel mezzo, suppongo. Dopo aver completato alcuni livelli, sbloccherai una mappa che ti permetterà di tornare velocemente alle aree precedenti, ognuna con molto spazio da esplorare, valuta da raccogliere e missioni secondarie da completare. La libertà di andare e venire a tuo piacimento è molto benvenuta, almeno, ma significa che non c’è mai una grande attenzione su ciò che dovresti fare.

Probabilmente non è la cosa peggiore, però. Rivolto ai bambini più piccoli e avendo giocato molte volte con bambini dai cinque ai sette anni, rimanere in pista non è un punto di forza. E così, la libertà che offre A Zephyr Heights Mystery è qualcosa che senza dubbio sarà apprezzato e abbracciato dalla sua base di giocatori principali. E se ti chiedi dove dovresti andare? Basta premere il pulsante triangolo e una farfalla ti guiderà nella giusta direzione. Carino.

La storia qui è ben presentata e i filmati animati di A Zephyr Heights Mystery sono piacevoli da guardare grazie alle loro immagini colorate e carine. I pony sono ben doppiati e tutto sembra ben assemblato, cosa piuttosto insolita nei giochi per bambini. Ma nonostante ci sia un problema narrativo urgente in corso, i tuoi pony sono troppo preoccupati di decorare la loro casa, aiutare i loro amici a trovare accessori di moda e in generale, beh, andare in giro.

C’è un’infarinatura di minigiochi in My Little Pony: A Zephyr Heights Mystery. Di tanto in tanto potrai divertirti con un livello endless runner o partecipare a un semplice gioco ritmico. I minigiochi sono accessibili direttamente dal menu principale, offrendo un buon modo per i giocatori cooperativi di tuffarsi per una breve esplosione di divertimento. Fortunatamente, il gioco completo può essere goduto anche in cooperativa locale, che sarà un’ottima opzione per fratelli o amici che amano giocare insieme.

Related posts

STAR TREK PRODIGY: SUPERNOVA – Recensione

Luca Cuciniello || Ciccioboy

NVIDIA DLSS in ‘Outriders’: fino al 73% di boost delle performance in 4K. Ogni GPU GeForce RTX raggiunge i 60 FPS a 1440p

Luca Cuciniello || Ciccioboy

Microsoft Flight Simulator: disponibile l’aggiornamento per la realtà virtuale

Luca Cuciniello || Ciccioboy