Image default
MicrosoftNintendoNotiziePCPiattaformeRecensioniSony

UFO ROBOT GOLDRAKE: Il Banchetto dei Lupi – Recensione

Basato sull’omonima serie animata giapponese, chi ha familiarità con UFO Robot Goldrake otterrà ovviamente il massimo da Il banchetto dei lupi. Coprendo gli eventi dello spettacolo, tuttavia, è accessibile anche ai nuovi arrivati. E sebbene abbia i suoi problemi, offre un po’ di divertimento per i fan dell’azione oltraggiosa e dei Robot da combattimento.

La storia

UFO Robot Goldrake: Il banchetto dei lupi inizia con un giorno che dovrebbe essere gioioso: l’unione del popolo di Fleed e Vega attraverso il matrimonio del Principe Duca Fleed e della Principessa Rubina. Ma invece c’è la tragedia, poiché l’evento viene utilizzato da Vega per lanciare un attacco a sorpresa. Con il suo pianeta natale distrutto davanti ai suoi occhi, il Principe ha solo un’opzione per salvarlo: dissotterrare Goldrake, un robot gigante di immenso potere che è rimasto dormiente per anni, al fine di combattere. Anche se, nonostante i suoi sforzi, non è abbastanza.

Questo è solo l’inizio di UFO Robot Goldrake: Il banchetto dei lupi, con l’azione che cambia rapidamente posizione sul pianeta Terra alcuni anni dopo. Ed è qui che il gioco trova davvero il suo flusso. Si tratta di un gioco d’azione in terza persona, in cui si prende il controllo di Grendizer in numerosi ambienti aperti, completando missioni e combattendo con altri robot giganti. Ma lungo la strada ci sono anche sezioni sparatutto in modo simile a giochi come Afterburner, oltre ad alcuni momenti sparatutto orizzontali più tradizionali.

Nei panni di Goldrake, hai a disposizione una varietà di attacchi corpo a corpo. Puoi attaccare con i pugni, una potente arma chiamata Double Harken e altro ancora. Il Double Harken può anche essere usato per attaccare i nemici a distanza, dividendosi in due e puntando sui nemici prima di tornare a Grendizer come un boomerang. Con più abilità da sbloccare nel corso del gioco raccogliendo materiali, inclusi i contrattacchi che possono essere attivati schivando abilmente gli attacchi nemici, il combattimento è divertente, anche se non molto originale. L’unica cosa un po’ fuori dall’ordinario qui è la necessità di usare determinate abilità per rendere i nemici vulnerabili ai tuoi attacchi standard. Le icone appaiono spesso sopra le teste dei nemici che ti informano che devi usare i pugni, Double Harken o un’abilità ingegnosa chiamata Anti-Gravity Storm per imburrarli, ad esempio.

Gameplay ed altro

Ciò che è importante notare è che molti di questi attacchi richiedono energia per essere utilizzati, quindi a volte ci si può trovare incapaci di infliggere danni a determinati nemici fino a quando non si aspetta che si ricarichi naturalmente o si ottengono alcuni attacchi standard solo per accelerare il processo. Questa energia viene utilizzata anche per guarire, un processo che richiede di stare fermi e meditare essenzialmente per un periodo di tempo. Una gestione efficace della tua energia è quindi fondamentale.

Nel corso della storia presentata da UFO Robot Goldrake: Il banchetto dei lupi, visiterai una varietà di luoghi e, sebbene sia difficile descriverlo come un gioco open world, ha sicuramente elementi open world. In ogni area sei libero di esplorare e completare le missioni disponibili nell’ordine che ritieni opportuno. Ci sono anche cose come punti di meditazione da trovare e casse contenenti materiali preziosi per potenziare le tue abilità. Insieme a una serie di impegnativi combattimenti con i boss da superare e alle frequenti sezioni sparatutto, sei tenuto all’erta.

È solo un peccato che il tempo trascorso nei panni di Grendizer, che costituisce la maggior parte del gioco, non sia più raffinato. Come in molti giochi d’azione in terza persona, la telecamera a volte può essere una seccatura, soprattutto se non si utilizza la funzione di aggancio in combattimento. Anche combattere vicino a scogliere e altri oggetti può essere una seccatura, con i nemici che si ritrovano improvvisamente sopra di loro, limitando la tua capacità di attaccare e sembrando piuttosto stridenti. Giocando a UFO Robot Goldrake su PS5 per la recensione, tuttavia, sono le prestazioni occasionali e i problemi tecnici che sono più deludenti. E questo nonostante il gioco non sia esattamente così impressionante graficamente.

Related posts

Rui e Akaza si uniscono al roster nella Versus Mode di Demon Slayer -Kimetsu no Yaiba- The Hinokami Chronicles

Luca Cuciniello || Ciccioboy

Beyond Clouds in arrivo su pc

DarkJak92 -- Marco Marazzoli

Elex – Recensione